erbe tintorie in due cestini appoggiati su un tappeto con lana rossa tinta con metodi naturali e tradizionali

Diario di viaggio: Taznakht

Taznakht è un villaggio in Marocco semplicemente imperdibile per degli appassionati di tappeti. Le artigiane di questa regione realizzano dei tappeti di un’eleganza senza tempo. La ricchezza di questo patrimonio culturale, la qualità della lana usata, la precisione della lavorazione, valgono a Taznakht una reputazione di centro del tappeto Amazigh in Marocco.
Scopri i tappeti Beni Ourain Lettura Diario di viaggio: Taznakht 4 minuti

Era da un anno che volevamo andare a Taznakht, un villaggio in Marocco semplicemente imperdibile per degli appassionati di tappeti come noi.

Le artigiane di questa regione realizzano dei tappeti di un’eleganza senza tempo. Infatti all’interno della stessa area geografica, ritroviamo una varietà impressionante di stili. La ricchezza di questo patrimonio culturale, la qualità della lana usata, la precisione della lavorazione, valgono a Taznakht una reputazione di centro del tappeto Amazigh in Marocco.

Sapevamo che il viaggio sarebbe stato bello, ma non ci aspettavamo i paesaggi che abbiamo trovato dopo aver lasciato Marrakech. Siamo arrivati nel mese di febbraio 2023, subito dopo giorni di nevicate incessanti. Non aveva nevicato nella regione da più di dieci anni!

I paesaggi erano mozzafiato.

montagna innevata nell'alto altlante in Marocco dopo la nevicata di febbraio 2023
cima innevata dell'alto atlante in marocco dopo la nevicata di febbraio 2023

 

Amiamo viaggiare lentamente e fermarci quando lo desideriamo. Lungo la strada, abbiamo riscoperto dei posti dov’eravamo stati anni prima e li abbiamo fatti conoscere ai nostri due figli, compagni di ogni avventura Casa Amar.

Ci siamo fermati nella Kasbah di Telouet, costruita nel 1860 e progressivamente ampliata da Thami El Glaoui, il suo possessore più celebre. La leggenda vuole che 300 operai abbiano lavorato per 3 anni per decorare soffitti e pareti! El Glaoui era un capo potente e sanguinario, che aveva anche dato supporto alle autorità coloniali francesi… Le storie raccontate da un abitante del villaggio con cui abbiamo parlato ci hanno fatto rabbrividire. A causa della malvagità del suo ex-proprietario, la Kasbah è stata quasi abbandonata, soprattutto dalle persone del villaggio ed è strano entrarci e scoprire meraviglie artigianali in mezzo alle rovine.

mura esterna e torre della kasbah di telouet
sala interna della kasbah di telouet finemente decorata sul pavimento, le pareti e il soffitto

 

A qualche passo della Kasbah, abbiamo acquistato un hanbel tipico della regione che non ci potevamo fare scappare. Aveva acquisito un bellissimo colore rosso desaturato dopo essere stato esposto al sole per mesi.  E una signora di oltre 100 anni ci ha venduto i suoi cardatori a mano. Non erano stati usati da anni ed erano anche un po’ rovinati ma a noi è sembrato di acquistare un tesoro.

 

 

Poi siamo stati nella Kasbah di Ait Ben Haddou, tutta costruita con terra e paglia. È stata ristrutturata negli ultimi anni ed è un piacere girare nelle sue vie e ammirare il panorama.

 kasbah di ait ben haddou vista dall'altro lato del fiume

 

La Kasbah è stata il set di numerosi film. I fan di Game of Thrones forse riconosceranno la città di Yunkai, conquistata da Darnerys Targaryen :)

ait ben haddou durante game of thrones

Parlando di film, abbiamo trovato in mezzo alle montagne il set di un film horror americano del 2006  "The Hills have eyes" , proprio sul ciglio della strada. Che strana visione!

la pompa di benzina costruita sul ciglio della strada tra ouarzazate e taznakht per il set del film the hills have eyes

Lungo il tragitto, abbiamo incontrato tanti pastori con i loro piccoli greggi. E siamo stati felici di vedere le pecore del Siroua, una razza di pecora che vive solo su questa catena di montagne. Il loro pelo lungo, liscio e brillante diventa una lana preziosa, molto morbida e resistente.

pecora siroua con il pelo lungo e biondo

Il villaggio di Taznakht è molto ordinario e senza interesse... Ma fa perdere la testa agli innamorati di tappeti! È ,infatti, pieno di negozi che vendono questa specialità della regione.

Noi però abbiamo fatto la scelta di andare solo nel centro delle cooperative di Taznakht. Un luogo messo a disposizione dallo Stato per permettere alle artigiane di vendere le loro opere senza dover affittare un locale o vendere a basso prezzo a un venditore locale . Lì abbiamo trovato esperti molto disponibili che ci hanno insegnato le particolarità dei tappeti della regione. Abbiamo anche imparato molto sull’utilizzo delle erbe tintorie, un mondo appassionante!

erbe tintorie in due cestini appoggiati su un tappeto in lana tinta di rossa con le piante

Ecco la nostra selezione, dopo aver visto come sempre centinaia di tappeti:

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere